Abilitazione operatore preparazione dei treni (PDT)

Corso CDF ANSFISA

E’ la nuova abilitazione prevista dalla STI Esercizio e Gestione del Traffico che dal 01/01/2018 che comprende le precedenti abilitazione previste dal Decreto ANSF 4/2012 e cioè:

  • Modulo FTA (Formazione dei Treni, Unione e Distacco e manovra dei veicoli)
  • Modulo FTB (Formazione dei Treni, compilazione dei Documenti di Scorta ai Treni)
  • Modulo VE (Verifica tecnica dei Veicoli)

Per chi ha già una formazione pregressa potranno essere valutati dalla Direzione Tecnica del CdF percorsi modulati.

II piano formativo è rivolto a privati cittadini e a tutto il personale dipendente di Impresa Ferroviaria che intendano professionalizzarsi per l’ottenimento della Abilitazione di Operatore PdT.

Obiettivo

Fare acquisire agli allievi le conoscenze e le competenze professionali per l’esecuzione delle operazioni di: composizione e scomposizione dei treni, manovra dei veicoli (FTA); rilevamento delle caratteristiche tecniche e di circolabilità dei veicoli e del carico per la compilazione dei documenti di scorta del treno (FTB); operazioni di verifica tecnica dei veicoli in tutte le loro parti, rispetto del profilo limite dei veicoli compreso il carico, corretto funzionamento dell’impianto pneumatico compreso le prove del freno prima della partenza del treno (VE).

Requisiti di accesso

In base a quanto previsto dal Reg. UE 995/2015, Regolamento di esecuzione (UE) 2019/773, Decreto ANSF 4/2012; nota ANSF 00196/2017, può partecipare al corso di formazione chi è in possesso dei seguenti requisiti:

  • aver compiuto il 18° anno;
  • aver conseguito diploma di professionale scuola secondaria di secondo grado oppure un diploma di istruzione e formazione professionale di cui al capo III del D.Lgs 226/2005;
  • nel caso di titolo conseguito all’estero, certificato di conoscenza della lingua italiana livello B2;
  • idoneità fisica in base alla Disposizione RFI n. 55/2006 certificata dall’Unità Sanitaria Territoriale (UST) di Rete Ferroviaria Italiana (RFI) o dalla Unità medico legale dell’Azienda Sanitaria Locale (ASL) in data non anteriore a sei mesi rispetto alla data di presentazione della documentazione all’Agenzia Nazionale Sicurezza delle Ferrovie e delle Infrastrutture Stradali e Autostradali (ANSFISA);
  • idoneità psico-attitudinale in base alla STI OPE certificata da uno psicologo, iscritto all’albo ed appartenente ad una delle strutture sopra citate.

Certificato di Avvenuta Formazione
Al termine del corso, all’allievo che ha rispettato la frequenza prevista dal programma e superato le previste Verifiche di apprendimento sarà rilasciato il “Certificato di Avvenuta Formazione”. In caso contrario sarà rilasciato un “attestato di frequenza”.
Si precisa che  il “Certificato di avvenuta formazione” è requisito necessario per essere ammessi a sostenere l’esame teorico e pratico per l’ottenimento dell’ Abilitazione  (Preparazione dei Treni – PdT).  Per essere ammesso a sostenere tale esame è necessario che l’allievo, entro 6 mesi dalla data di emissione  del “Certificato di Avvenuta Formazione”, integri la formazione acquisita  presso il Centro di Formazione (CdF) con un percorso formativo specifico presso un’ Impresa Ferroviaria (di seguito IF) e con un periodo di addestramento pratico nel contesto in cui dovrà operare presso detta IF. 

ESAMI PER IL RILASCIO DELL’ABILITAZIONE
L’esame si terrà presso la IF dove l’allievo ha effettuato il percorso integrativo (non oggetto del contratto) e  prevede una
prova teorica (scritta ed una orale) ed una prova pratica.
La commissione d’esame è validata da ANSF su proposta della IF.
Per gli allievi che supereranno l’esame la IF emetterà  l’Abilitazione PdT.
L’Impresa Ferroviaria rimane titolare di tale Abilitazione  e dovrà assicurarne il mantenimento nel tempo.

Se sei interessato ai nostri servizi compila il seguente modulo, verrai ricontattato: