';
Preloader logo
logosntl

Per ciò che riguarda il metodo, la Scuola possiede professionalità in grado di gestire tutte le fasi di sviluppo progettuale, dall’individuazione delle linee di finanziamento, all’ideazione-progettazione, alla direzione-coordinamento, alla tutorship-segreteria organizzativa, alla gestione amministrativa-rendicontazione. La Scuola è in grado di adattare il modello anche a progetti particolarmente innovativi o complessi.

Scuola Nazionale Trasporti e Logistica ha sviluppato negli anni una metodologia integrata capace di offrire alle Imprese o agli Enti interessati un prodotto di alto livello in materia di sviluppo delle risorse umane. Si tratta di un prodotto “tout court”, che l’Azienda/Ente può affidare – in un’ottica di processo – completamente alla Scuola, o che l’Azienda/Ente può liberamente comporre, sulla base di specifiche necessità.

Tutte le fasi di realizzazione del progetto, dalla messa a punto di metodologie, strategie e strumenti fino alla restituzione dei risultati, saranno oggetto di condivisione tra la Scuola, il management aziendale ed altri soggetti eventualmente individuati da quest’ultimo (es: rappresentanze sindacali, responsabili dei diversi reparti/settori/funzioni, ufficio risorse umane).

 

Il metodo e l’esperienza descritta sono supportate da un network particolarmente ampio, in grado di assicurare una progettazione delle iniziative partecipata dai soggetti più rappresentativi. Il network, oltre alla compagine dei Soci che ne costituisce una valida rappresentanza, è costituito da:

–          Associazioni di categoria e OO.SS: (tra cui Assiterminal, Assologistica, FISE Uniport, Filt CGIL, FIT CISL e UIL Trasporti, con cui è stata costituita una compagine consolidata per la realizzazione di piani formativi di livello nazionale rivolti alle Imprese);

–          Aziende: La Scuola ha contatti stabili con oltre 150 aziende su tutto il territorio nazionale, provenienti sia dal comparto portuale e retroportuale, sia dal comparto produzione, sia dal comparto supply chain e della logistica integrata;

–          Enti e Associazioni: (Autorità Portuali, Ente Bilaterale Nazionale Porti, sistema delle Camere di Commercio, etc.);

–          Amministrazioni territoriali;

–          Università (in particolare Università e Dipartimenti settoriali) e Scuole superiori;

–          Enti di formazione partner, con cui vengono stabilite collaborazioni a vari livelli per poter raggiungere gli obiettivi progettuali prefissati.