Il metodo

Scuola Nazionale Trasporti e Logistica ha sviluppato negli anni una metodologia integrata capace di offrire alle Imprese o agli Enti interessati un prodotto di alto livello in materia di sviluppo delle risorse umane. Si tratta di un prodotto “tout court”, che l’Azienda/Ente può affidare – in un’ottica di processo – completamente alla Scuola, o che l’Azienda/Ente può liberamente comporre, sulla base di specifiche necessità.

Fase trasversale: CONDIVISIONE

Tutte le fasi di realizzazione del progetto, dalla messa a punto di metodologie, strategie e strumenti fino alla restituzione dei risultati, saranno oggetto di condivisione tra la Scuola, il management aziendale ed altri soggetti eventualmente individuati da quest’ultimo (es: rappresentanze sindacali, responsabili dei diversi reparti/settori/funzioni, ufficio risorse umane).

Prima fase: L’INDAGINE

L’indagine consisterà in incontri/intervista tra le professionalità esperte di Scuola Nazionale Trasporti e Logistica e manager/responsabili delle Aziende/Enti committenti. Le interviste ai responsabili avranno come obiettivo principale quello di approfondire i fabbisogni esistenti in un’ottica prevalentemente formativa, mentre le interviste ai manager avranno come scopo quello di ottenere un quadro di fabbisogni di più ampio respiro relativi allo sviluppo delle risorse umane.

Seconda fase: PROGETTUALITA’

La rielaborazione dei risultati derivanti da entrambi i livelli di indagine permetterà ai manager, con il supporto della Scuola, di approfondire le opportunità progettuali a disposizione per il raggiungimento degli obiettivi individuati.

Terza fase: RICERCA FINANZIAMENTI

La ricerca di linee di finanziamento costituisce un’attività che la Scuola svolge per supportare lo sviluppo delle idee progettuali. La Scuola è in possesso di una consolidata esperienza di progettazione e gestione di piani formativi complessi con l’utilizzo di diverse linee di finanziamento (con particolare riferimento a: fondi provinciali, fondi regionali, fondi ministeriali, fondi interprofessionali) ed è in grado di garantire il corretto svolgimento di tutte le fasi progettuali, dall’ideazione alla rendicontazione.

Quarta fase: IMPLEMENTAZIONE

Nell’ultima fase si procederà alla realizzazione dei singoli progetti emersi dall’indagine in funzione delle priorità aziendali e dei finanziamenti reperiti.